Varazze, il parco costiero

parco costiero

Per me è una sfida. Io adoro il mare in tutte le stagioni, ma spesso familiari e amici mi rimproverano che non c’è nulla da fare al mare d’inverno. Mentre la bellezza dei profumi e dei colori del grande blu (come direbbe il papà di Nemo) è senza stagione. Amo camminare in riva al mare, anche se non c’è sole: l’aria sa di buono e si può ammirare lo spettacolo delle onde che giocano con la spiaggia. Come nella bellissima passeggiata del Parco Costiero di Piani d’Invrea, che collega la città di Varazze, in provincia di Savona, con la vicina Cogoleto, in provincia di Genova.

strada

La via del lungomare Europa è stretta tra il verde della macchia mediterranea e le rocce degli scogli

Una delle particolarità di questo parco costiero, che si sviluppa come Lungomare Europa, è che è stato realizzato dove un tempo si trovava la linea ferroviaria, risalente al 1860 circa e con una storia di viaggi lunga più di un secolo, infatti ha trasportato treni vista mare fino al 1970. Ora al posto dei binari, sono le ruote delle biciclette a dominare la strada, lasciando spazio anche ai pedoni e agli appassionati di rollerblade.

tunnel ferrovia

Il vecchio tunnel della ferrovia: attraversalo è molto suggestivo, ma attenzione alle gocce d’acqua che filtrano dalla roccia

Il paesaggio marino si fonde con la montagna, come accade tipicamente in Liguria, e le calette che caratterizzano il parco costiero dei Piani d’Invrea inframmezzano la scogliera, luogo ideale per gli appassionati di immersioni. Per raggiungerle d’estate dovete abbandonare le infradito e attrezzarvi con le sneaker, decisamente più adatte per scendere lungo le rocce bianche, che incontrano direttamente il mare, mescolandosi con piccole spiagge sassose.

scogli

Gli scogli sono il luogo ideale per gli appassionati di immersioni

spiaggia

Piccole spiagge sassose, immerse nelle macchia mediterranea, inframmezzano la scogliera

La passeggiata da Piani d’Invrea fino a Varazze è di più di due chilometri, c’è qualche panchina per riposarsi e se volete mangiare qualcosa davanti al mare o semplicemente bervi un caffè in questo tratto c’è il Bar della Scogliera, che trovate qualche centinaio di metri prima di arrivare a Varazze.

Bar della Scogliera

Il Bar della Scogliera all’interno del Parco Costiero

macchia mediterranea

Il pitosforo è una delle piante che caratterizzano la macchia mediterranea, come anche il pino marittimo

Soprattutto d’inverno, nei pressi della scogliera c’è tanto vento, quindi da non dimenticare durante una passeggiata d’inverno sul lungo mare è di stendere sul viso una buona crema idratante e di avvolgersi in una calda sciarpa.

Onde

Onde che si infrangono contro gli scogli: spettacolari, ma da vedere a distanza per non rischiare una doccia fredda

COSA: Parco Costiero dei Piani d’Invrea

DOVE: lungomare Europa, Varazze (SV)

 

 

 


FACEBOOK
FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
SHARE

Un capo basico per finire l’anno

Glitter, strass, oro e nero. L’armadio scoppia di accessori adatti al Capodanno, che ogni anno si riadattano a un look diverso per stupire e brillare durante la lunga notte di festeggiamenti. Già carica di lucine e lucette dei veglioni precedenti, sono stata attirata da un capo basico e insieme particolare, una maglia in modal di Natasha Calandrino Van Kleef.

esposizione

In via Carmagnola 5 a Milano trovate l’esposizione della linea Nk Daydoll di Natasha Calandrino Van Kleef

Designer e architetto di origine olandese, Natasha ha ideato una linea di abbigliamento interamente realizzata in modal, una fibra morbida e confortevole, che favorisce il mantenimento della temperatura corporea. Se vi interessa saperne di più sulla linea Nk Daydoll potete leggere qui l’intervista a Natasha su UnaDonna.it

cache col arcobaleno

Cache col arcobaleno rallegrano il soffitto a travi

Sono stata a curiosare in via Carmagnola a Milano, nell’aterlier di Natasha, tra cache col arcobaleno che colorano il soffitto a travi e scaffali design. Qui ho trovato una semplice maglia in tessuto doppio reversibile, da un lato nero, dall’altro color liquirizia, da portare con maxi collana bijoux o con una cintura nera alta. Mi raccomando, se volete scoprire il comfort del modal e provare questi capi dovete ricordarvi di prendere appuntamento, trovate i riferimenti in fondo al post.

maglia

Maglia in modal doppiato reversibile

cache col multicolor

Grigio cenere, carta da zucchero e azzurro tenue: l’abbigliamento Nk Daydoll può essere realizzato in diversi colori

COSA: abbigliamento in modal

DOVE: via Carmagnola 5, Milano, su appuntamento 02/39523868


FACEBOOK
FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
SHARE

Marella, nuovo store con un nuovo abito by Milla Jovovich

L’abito mi è piaciuto molto per il suo colore, il rosa, in una nuance delicata ed attuale. Disegnato dal team creativo Marella insieme a Milla Jovovich, questo delizioso caftano realizzato in pizzo laminato con dettagli in raso di seta è stato messo in vendita in edizione limitata in alcuni flagship store Marella, come il nuovo spazio in corso Vittorio Emanuele a Milano.

Marella + Milla Dress

L’abito Marella, in edizione limitata, indossato da Milla Jovovich

Il rosa tenue dell’abito è lo stesso colore protagonista del nuovo concept store, firmato da Studio CLS Architetti di Milano. L’ambiente di 500 metri quadri è suddiviso grazie a pannelli e carta da parati, che cambia trama per indicare le diverse anime del brand Marella, passaggio segnato anche dai diversi materiali che caratterizzano lo spazio.

nuovo store Marella

Rosa tenue e luci scaldano il nuovo store Marella: 500 metri quadri nel cuore di Milano

Il pavimento in cemento accomuna tutte le stanze dello spazio, in contrasto con la morbidezza e leggerezza degli altri elementi di arredo.

ledwall

Led wall proiettano contenuti multimediali

Due Led Wall di 33 e 10 metri quadri sono inseriti tra gli ambiente, permettendo la proiezione di contenuti multimediali.

luci

Elementi luminosi e arredi minimal

Marella + Milla Dress

Marella + Milla dress in pizzo laminato con dettagli in raso di seta

COSA: abbigliamento e accessori Marella

DOVE: Marella, corso Vittorio Emanuele, Milano

 

 

 


FACEBOOK
FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
SHARE

Trattamenti per capelli da Christian Colombo

Spezie colorate, acqua calda, un dosaggio sapiente e l’impacco è pronto. Per le appassionate dei trattamenti naturali per capelli un buon indirizzo è Via Morigi 1 a Milano, dall’haistylist Christian Colombo, che propone diverse soluzioni sia per la colorazione sia per la cura dei capelli, con ingredienti prodotti da madre natura.

spezia panacea

Spezie e erbe per il trattamento alla Panacea, prima di essere mescolate con acqua calda

Io ho provato il trattamento alla Panacea, composto con erbe di montagna, soia, orzo, altea, amica, semi di lino, erbe montate, che vengono mescolate con acqua calda. Il composto ottenuto viene applicato sui capelli con l’ausilio del pennello e non influisce sulla colorazione, essendo privo di pigmenti. Questo trattamento è utile per rigenerare e ristrutturare i capelli sfibrati: può essere un’idea nei periodi di festa, quando tormentiamo i capelli con piastre e ferri per ottenere l’acconciatura perfetta oppure dopo l’estate, quando i capelli sono stati molto esposti al sole.

applicazione

Applicazione, sui capelli asciutti, del trattamento alla Panacea

“Il trattamento alla Panacea è specifico per idratare e lucidare il capello” spiega l’hairstylist Christian Colombo, “può essere utilizzato da solo o in combinazione ad altre spezie per ottenere anche un effetto riflessante”. Giava e grano per rinnovare la luminosità dei capelli biondi, caffè e cacao per i capelli dal castano chiaro al castano scuro, biancospino rosso e rosso intenso per rinfrescare i riflessi ramati, noce moscata per il biondo scuro. “Per le brune che vogliono anche coprire qualche capello bianco utilizziamo il pepe nero, privo di riflesso”. “Usiamo prodotti naturali per incontrare le esigenze delle clienti che presentano allergie” spiega Christian. Da dove vengono queste ‘polveri magiche’? “Le ho scoperte durante un viaggio in Sudafrica, dove le tribù le utilizzano per fare i tatuaggi sulla pelle”.

composto panacea

Composto Panacea

Un’altra curiosità…profumata! Christian prepara una maschera naturale con frullati alla rosa rossa e rosa bianca, indicati per dare luminosità ai capelli castani e ramati. “La rosa è molto nutriente per i capelli. La maschera è composta dai petali di 2/3 rose e da 30 grammi di argilla bianca, che vengono diluiti con acqua bollente. Ne esce una crema che viene applicata sui capelli dalle radici fino alle lunghezze e che va tenuta in posa fino a 30 minuti sotto fonte di calore”.

Christian Colombo

Christian Colombo nel suo salone

COSA: trattamenti naturali per capelli

DOVE: Salone Christian Colombo, Via Morigi 1, Milano

 


FACEBOOK
FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
SHARE

La petite four lingerie di JenniPie

Jennipie

Prendete del morbido tulle al cacao fondente extra, mescolate con crema di cioccolato bianco e aggiungete una spilla zuccherina con perline e raso. Ecco una delle ricette di seduzione di JenniPie, brand di lingerie fatta a mano, che potete trovare a Milano in corso Magenta all’angolo con San Giovanni sul Muro. “La lingerie JenniPie è un prodotto sartoriale ispirato alla pasticceria, dal gusto delicato, per far giocare la donna con la sua femminilità” mi racconta Jennifer, l’anima di JenniPie, quando la incontro nel suo atelier bomboniera, tra specchi dal gusto retrò e il carrettino vintage dei gelati.

ricetta di seduzione

Culotte pasticcino al cacao fondente extra e crema di cioccolato bianco, con spilla di raso e perline: una ricetta di seduzione JenniPie

Ritrovare la femminilità in modo giocoso, per stare bene con se stesse, è uno degli auguri di JenniPie alle donne che vestono la petite four lingerie, che tra i suoi must have ha la culotte pasticcino in tulle, da abbinare a un babydoll o a un reggiseno in tessuto arricciato, con la coppa realizzata a mano. ”Anche se la lingerie non si vede – spiega Jennifer – può trasmettere a chi la indossa allegria e spontaneità. Per me l’energia, la grinta e la femminilità partano proprio dall’intimo che è a contatto con la pelle. Ho abbinato la lingerie alla pasticceria perché l’intimo è la nostra glassa, il nostro zucchero a velo“. Energia e grinta non mancano di certo a questa ragazza, che ha realizzato a partire dal 2007 la lingerie JenniPie, facendosi conoscere prima con il suo carrettino vintage, fino ad arrivare ad avere un corner alla Rinascente di Milano.

tavola apparecchiata

Una tavola apparecchiata con lingerie JenniPie in seta al gusto bisquì

Glassa al caramello, zucchero vanigliato, bisquì, cioccolato fondente e cioccolato bianco, caffè nero, fragola sono solo alcuni dei gusti con cui è realizzata la petit fuor lingerie, da scoprire con delicatezza, nella versione in seta o in tulle, un po’ romantica, un po’ giocosa. Sono prodotti artigianali made in Italy, una caratteristica a cui Jennifer tiene molto, perché “preservare e difendere il made in Italy è un gesto d’amore verso il nostro paese“.

baule di caramelle

Un baule di caramelle-slip in tulle nell’atelier di JenniPie

vassoio zuccherino

Un vassoio zuccherino pieno di culotte pasticcino

Se non siete di passaggio a Milano, potete ordinare la petite four lingerie direttamente sul sito http://www.jennipie.it. Tenete poi gli occhi sempre aperti, io l’ho trovata anche a Varazze da Irene A. in corso Matteotti 30, sul lungomare.

specchiera

Cosa mi metto oggi? Fragola o cioccolato? Ci sono tutti i gusti nella specchiera dell’atelier JenniPie

COSA: lingerie artigianale, petite four lingerie

DOVE: JenniPie, Corso Magenta angolo San Giovanni sul Muro, Milano

 

 

 

 

 


FACEBOOK
FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
SHARE

1 25 26 27 28