Mostra Magnum Life Cremona 2017: racconto per immagini

FACEBOOK
FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
SHARE

Torna a Cremona una mostra sull’agenzia fotografica Magnum, in particolare sul rapporto tra l’agenzia e la rivista americana Life, quando questa era all’apice della sua notorietà, prima che l’arrivo della televisione soppiantasse il racconto per immagini su cui il settimanale aveva costruito il suo successo. La Mostra Magnum Life Cremona 2017 è aperta al pubblico fino all’11 giugno presso il Museo del Violino. Io ci sono stata lo scorso week end e volevo parlarvi dell’esposizione perché mi è piaciuta davvero molto, oltre ad essere un’ottima occasione per visitare la città di Cremona. Sono dodici i fotografi protagonisti che hanno raccontato la storia del Novecento grazie ai loro scatti pubblicati su Life: Eve Arnold, Werner Bischof, Bruno Barney, Cornell Capa, Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Bruce Davidson, Elliott Erwitt, Ernst Haas, Philippe Halsman, Inge Morath, Dennis Stock.

marylin-monroe-magnun-life-cremona-2017

Marylin Monroe nel deserto del Nevada durante le riprese de Gli Spostati

Oltre ad essere un ottimo ripasso di storia del novecento, la mostra mi ha fatto molto riflettere sulla fotografia. Alcuni scatti, come i reportage di guerra di Robert Capa e Bruno Barbey, sono irripetibili e colgono attimi unici, se finiva il rullino non si poteva ripetere la foto, se scoppiava una bomba bisognava scappare. Io vivo in tutt’altro contesto e non sono una fotografa, ma ad esempio per fare le foto per questo blog allestisco dei set con tutta calma, scattando moltissime foto uguali, praticamente un film, per arrivare a decidere qual è la migliore che finirà online. Forse questa riflessione un po’ banale vi farà sorridere, ma a me ha colpito molto per apprezzare la preziosità di questi scatti. Sono esposte alcune delle immagini che Capa scattò durante lo sbarco in Normandia: come si legge in una delle didascalie le foto vennero fatte con mani bagnate e tremanti, eppure restituiscono tutto il dinamismo e l’esitazione di quegli uomini che stavano rischiando la vita (per la cronaca dei 4 rullini scattati, solamente 11 negativi riuscirono ad essere stampati).

james-dean-magnum-life-cremona-2017

James Dean fotografato a Times Square, New York, da Dennis Stock. 1955

Le foto che ho maggiormente apprezzato sono quelle scattate sul set de Gli Spostati, l’ultimo film girato da Clarke Gable con Marylin Monroe: un lavoro che ha coinvolto diversi fotografi della Magnum e che è stato documentato passo passo sulla rivista Life, tra storie personali degli attori e vita sul set. La seconda serie che ho apprezzato di più sono le foto che Dennis Stock ha fatto a James Dean, un documento importantissimo per ricordare il bello e dannato di Gioventù Bruciata, che da lì a poco si sarebbe schiantato con la sua Porsche. Le foto a James Dean lo ritraggono a New York, ma anche nella fattoria di famiglia, mentre si prepara per i film e nei momenti di relax: una straordinaria anticipazione del mood dei servizi fotografici delle riviste patinate, con tutta la profondità di una sguardo attento a cogliere l’anima del soggetto.

Ora non vi svelo più nulla, ma spero di avervi invogliato ad andare a vedere la mostra. Qua sotto tutte le informazioni, fatemi sapere se ci siete andate e si vi è piaciuta!

Mostra “Life-Magnum. Il foto-giornalismo che ha fatto la storia“, Cremona, Museo del Violino fino all’11 giugno 2017. Orari: dal martedì al venerdì 10.00 – 18.00, sabato e domenica 10.00 – 19.00, lunedì chiuso. Biglietto intero 8,00 euro, ridotto 6,00. http://www.magnumlifecremona.it

Ti potrebbe interessare anche:

- Niente Ponte? Come sentirsi in vacanza anche a casa

- Antigua, un piccolo paradiso ai Caraibi


FACEBOOK
FACEBOOK
INSTAGRAM
EMAIL
SHARE

Leave a Reply