Posts Tagged ‘abbigliamento’

Merry Go Round, look ricercati sulla giostra della moda

Un giro di giostra e il vostro look è cambiato. Entrate da Merry Go Round in corso Cristoforo Colombo, zona Porta Genova, a Milano e divertitevi con Cristina Doneddu, proprietaria nonché creatrice del concept dello spazio, a indossare abiti che interpretino il vostro umore e la vostra personalità. Dalla Sardegna a Milano, passando per Londra, Cristina lavora in questo campo da 10 anni e ha maturato pian piano la decisione di aprire una sua attività. “Sentivo la necessità di esprimermi con il mio lavoro a 360°” mi racconta quando vado a trovarla nel suo negozio, total white, ma con tocchi di materiali naturali, come il legno e la pietra.

tavolo in legno e vetro

Nello spazio di Merry Go Round il bianco minimal e moderno si sposa con elementi naturali, come un tavolo dalla base in legno su cui esporre tutta la fantasia della giostra della moda

“L’allestimento del negozio è una via di mezzo tra lo stile minimal e naturale, perché è così che mi sento io”. La particolarità? Arriva tutto dalla sua terra d’origine, la Sardegna, e alla realizzazione ci ha pensato il papà di Cristina, Alberto. “Per la progettazione ho attinto un po’ da ciò che sono io e poi ho ricercato tante piccole cose, per creare un equilibrio tra come vivo io la moda e quello che ricercano le persone che entrano in negozio”. L’obiettivo è che ciascuna cliente posso trovare un capo che la rispecchia. “Indossare qualcosa che ti fa stare bene non è ovviamente la soluzione a tutti i problemi, ma ti aiuta a vivere meglio” secondo Cristiana.

stand abiti

La selezione dei marchi è molto ricercata e spesso trovate solo un capo per tipologia, ma ci sono nuovi inserimenti nell’assortimento ogni settimana

“Il nome Merry Go Round nasce per la filosofia del negozio, ci sono sempre novità, è come una giostra che gira“. Infatti pensate che la vetrina di Merry cambia ogni due giorni, ci sono nuovi inserimenti nell’assortimento ogni settimana e ogni due settimane c’è un cambio consistente delle merce esposta. Continua Cristina: “Nella mia selezione cerco di proporre dei capi che siano originali nei dettagli oppure per il taglio o ancora per la vestibilità. Cerco di proporre tanti generi e stili diversi. La bellezza della moda è che offre un panorama infinito di stili con cui giocare, così come in negozio entra un panorama infinito di persone diverse”. Potete così trovare abitino bon ton, ma anche quello street style, l’abito in pelle e la casacca minimal, fino a un abito da sera con lo strascico. O ancora tanti dettagli con applicazioni, strass e pailettes.

accessori

Non solo abiti. Da Merry Go Round trovate anche tanti accessori particolari, dalla pochette al maxi bijoux, fino ai guanti in pizzo retrò

La selezione dei suoi marchi è segretissima e molto particolare e trovate anche giovani designer. “Spesso entrano in negozio persone che cercano un look originale per un’occasione particolare, mentre le clienti abituali sono persone con uno stile ricercato”. Il colore è sempre presente, così come la varietà di tessuti, dalla lana alla seta, senza dimenticare l’importanza degli accessori. “Credo tanto negli accessori – conclude Cristina – come una piccola pochette o un bijoux importante, ma anche guanti in velluto e in pizzo”. Siete pronte a salire sulla giostra?

borse

Tra borse e occhiali, sugli scaffali in pietra, ecco spuntare una vecchia macchina da cucire e uno specchio di ferro

letto

Un antico letto in ferro battuto è diventato la scrivania di Merry Go Round, con esposizione di bijoux

giostra

Siete pronte a salire sulla giostra?

COSA: abbigliamento e accessori

DOVE: Merry Go Round, Corso Cristoforo Colombo 4, Milano

 

 

 

Consigli di stile da One Brera

One Brera

Siete libere giovedì 16 gennaio 2014? Alle 19, da One Brera a Milano, c’è il corso della psico-stylist Cecilia Irace su “Essere o non essere di moda?”. Che dilemma! Da condividere spiritosamente, per passare qualche ora di leggerezza in compagnia delle amiche, in uno spazio dedicato alla moda, dall’abito all’accessorio. Ma chi è la psico-stylist? “Quando una persona entra nel nostro negozio” – spiega Cecilia Irace, che condivide l’avventura di One Brera con Daniela Testori – “osservo come si muove, studio le proporzioni e i colori, il suo comportamento e come tocca i vestiti per capire cosa sta cercando e il mio consiglio si basa molto sulla sensibilità. La serie di appuntamenti del giovedì, una volta al mese, è iniziata l’anno scorso su richiesta delle clienti più affezionate. Il tema di quest’anno è “Essere e Apparire“.

interno negozio

Interno di One Brera: lo spazio è piccolo, ma accogliente e curato, nei toni del beige

“Ho iniziato ad aiutare la mia socia Daniela tre anni fa, sei mesi dopo l’apertura di One Brera. E’ stata una sfida impegnativa. Nel rapporto con le clienti ci sono tanti dettagli da ricordare e abbiamo cercato di ricreare una boutique d’altri tempi, un posto piccolo ma curato, in cui è molto importante l’aspetto sartoriale” prosegue Cecilia. Gli incontri del giovedì di One Brera spaziano da come scegliere un abito per ogni occasione alla riorganizzazione del guardaroba, che Cecilia suggerisce di suddividere per colori, “perché facilita gli abbinamenti”.

esposizione

Abiti, giacche, scarpe e accessori: per vestirsi da capo a piedi

Cosa si trova da One Brera? “Il nostro must è l’abito, che può essere reso da giorno o da sera modificando gli accessori. Abbiamo molta attenzione per la femminilità, ma giocando con diversi effetti. Ad esempio con la pelle, che dona sempre un tocco rock agli outfit”. Crepe, jersey, tessuti tecnici, seta, sopratutto provenienti da piccole aziende sartoriali italiane, che permettono di incontrare i desideri taylor made. Non mancano mai abiti bon-chic e abiti fourreau, costruiti e strutturati per valorizzare le forme femminili in modo naturale ed elegante. Tra i marchi presenti CristinaEffe e Gazel, con qualche incursione straniera, Edward Achur Paris e la casa londinese Shubet per gli abiti da sera.

fusciacche

Fusciacche in pelle realizzate con sete da cravatta

“Il gioco degli accessori è sempre protagonista nei nostri outfit” spiega Cecilia, “abbiamo sempre bijoux oversize, borse gioiello e borse in pitone di diverse forme e misure. Proponiamo pochette in pitone con una lavorazione particolare che al tatto sembra seta, abbiamo borse in pitone più classiche disegnate da One Brera o ancora borse in pitone con una lavorazione più country o con colori pastello per un uso più sportivo”.

pochette pitone

Pochette in pitone con lavorazione che lo rende come seta al tatto

“I nostri bijoux sono in argento dorato con zirconi e pietre come quarzi e giade, oppure sono realizzati con resine e paste di vetro. Molti sono pezzi unici realizzati da artigiani“. C’è tutto l’occorrente quindi per essere eleganti in ogni occasione. Secondo Cecilia “essere eleganti significa avere l’abito giusto al momento giusto, farsi ricordare per come si è espressa la propria personalità con un vestito. Spesso le persone pensano che lo stile sia solo l’abito, mentre tutti gli elementi vanno dosati. L’equilibrio è sinonimo di eleganza“.

Cecilia Irace

Cecilia Irace, nello spazio One Brera, indossa una collana oversize

stivali One Brera

Stivali e tronchetti One Brera in pelle e suede rosa antico

COSA: abbigliamento, abiti bon-chic, abiti fourreau, borse pitone, bijoux, scarpe

DOVE: One Brera, Via Brera 29, Milano